LE NOSTRE ESSENZE

Come non si può fare un buon piatto con ingredienti scadenti, così non si può fare un buon gin senza delle buone botaniche, e per il nostro selezioniamo solo le migliori.

 

Per questa ragione li acquistiamo da fornitori di assoluta fiducia che possano contare sull'esperienza maturata in decenni di attività - per le scorze di arance, limoni e clementine, che essicchiamo noi a bassa temperatura per 24 ore ci affidiamo ad Energia Rossa, una piccola azienda siciliana di Palagonia, terra da sempre vocata alla coltivazione di agrumi.

 

Ma spesso capita che alcune delle nostre produzioni, specie quelle stagionali, impongano l’utilizzo di alcuni prodotti particolari, reperibili per un periodo estremamente limitato o di cui esiste solamente la versione selvatica. In questi casi la soluzione è la paziente ricerca di piccole – talvolta piccolissime – realtà produttive locali, oppure siamo noi stessi a raccogliere a mano erbe e frutti selvatici, nel rispetto dei limiti previsti dalla normativa per la protezione della flora spontanea.


QUALI BOTANICALS?

Per noi, l’aroma dominante del gin deve essere imprescindibilmente quello di ginepro: dopotutto, se così non fosse non staremmo nemmeno distillando gin.

 

Tradizionalmente, i due ingredienti che vengono usati come comprimari del ginepro sono la radice di angelica, che dona le note terrose, e i semi di coriandolo, che conferiscono il carattere agrumato al gin.

 

Questi tre ingredienti costituiscono quella che in laboratorio chiamiamo “la sacra triade del gin”, e sono, per così dire, la tela su cui il master distiller dipinge le sue ricette, utilizzando gli altri ingredienti esattamente come un pittore utilizza i suoi colori per creare sfumature, picchi o contrasti. 


BACCHE DI GINEPRO

L’ingrediente principale di ogni gin che possa essere definito tale. 

 

Il suo sapore può essere anche estremamente variabile a seconda della zona di raccolta, del clima, delle varietà e del grado di maturazione.

 

Le sue bacche, di colore blu scuro con riflessi tendenti al violaceo, hanno un gusto complesso: le note dolci iniziali cedono il passo a quelle balsamiche e resinose, con un finale gradevolmente amarognolo, erbaceo e legnoso.   

RADICE DI ANGELICA

Una pianta biennale appartenente alla famiglia delle Apiacee. 

 

La varietà Sylvestris cresce anche nei nostri boschi e si riconosce per il portamento elegante, ma la più utilizzata è sicuramente la varietà Archangelica. 

 

Da sempre conosciuta nella tradizione popolare, nella produzione del gin se ne usa la radice essiccata che conferisce un gusto complesso, terroso  ed aromatico.

SEMI DI CORIANDOLO

Questa pianta generalmente associata alla cucina esotica è in realtà nativa dell’Europa Mediterranea, dove il suo uso risale addirittura all’antico Egitto. 

 

A differenza che in cucina, dove se ne usano le foglie fresche, in distilleria vengono usati i semi essiccati.

Curiosamente, un gin dal sapore agrumato potrebbe anche non contenere un solo grammo di agrumi proprio grazie al sapore caldo e di limone conferitogli da questi piccoli semi.


RADICE DI ZENZERO

Ingrediente abbastanza insolito per il gin.

In parte grazie all'essiccazione, in parte a causa del calore a cui è sottoposto in distillazione, lo zenzero perde il carattere piccante e pungente tipico del rizoma fresco, conferendo invece al gin un aroma agrumato e delicatamente legnoso.

SCORZA DI AGRUMI

Ne usiamo tre tipi: arancia dolce, clementine e limone. 

Ingredienti semplici, per i quali il controllo della temperatura è fondamentale per far si che possano conferire il classico profumo fresco, dolce, quasi di marmellata.

BACCHE DI CARDAMONO

Una spezia fantastica: i suoi minuscoli semini una volta tolti dal baccello che li protegge hanno un aroma legnoso, caldo, aromatico, con un leggero retrogusto tendente al resinoso e all'erbaceo.

RADICE DI GENZIANA

Di quest’erba si utilizzano le radici degli esemplari di due anni. Da sempre apprezzata nella  tradizione liquoristica italiana, contiene il composto vegetale più amaro mai isolato, da cui l’importanza del farne un uso estremamente parsimonioso.


RADICE DI IREOS

La radice di quest’erba della famiglia delle Iridacee richiede pazienza: dopo la raccolta ha bisogno di un periodo di stagionatura solitamente di due anni.

Il premio per questa attesa è un meraviglioso aroma fruttato e floreale che ricorda i lamponi e la violetta.

RADICE DI LIQUIRIZIA

Un grande classico della tradizione liquoristica italiana, storicamente ha trovato il suo impiego anche nella produzione di Old Tom gin per il suo elevato potere dolcificante.

E’ apprezzata per il suo gusto dolce e per l’aroma di anice.

MENTA DOLCE

Da non confondere con la più conosciuta varietà Piperita, la menta dolce dona al gin un forte aroma erbaceo, caldo e pungente. E’ molto importante il controllo della temperatura di distillazione e delle quantità, dato il gusto che potrebbe risultare coprente. 

MELISSA

Stretta parente della menta, con cui condivide l’appartenenza alla famiglia delle Lamiacee, la melissa si distingue per il suo aroma di limone, a tratti quasi piccante.


CAMOMILLA

Un altro grande classico della tradizione liquoristica italiana, trova un degno utilizzo anche nella distillazione del gin, a cui conferisce un aroma floreale, caldo, con una elegante nota dolce finale.

TIMO

Un ingrediente molto comune in cucina, ma il cui utilizzo in liquoristica è abbastanza insolito. 

Il suo caratteristico aroma legnoso, speziato, erbaceo e piuttosto pungente, deve essere dosato con cura. 

SALVIA

Già in passato utilizzata come ingrediente dell’assenzio, ha un aroma tipicamente mentolato, caldo, erbaceo e legnoso, con un finale gradevolmente amaro per la presenza di tujone. 

GERMOGLI DI ABETE BIANCO

Un ingrediente interessante, che rafforza e sostiene il sapore del ginepro con il suo aroma resinoso, balsamico, con note tendenti all’agrumato.


Da ultimo, ma non per importanza, abbiamo scelto come base di partenza per il nostro gin un distillato di grano tenero certificato da agricoltura biologica puro al 96,5% prodotto dalla distilleria Sacchetto

 

E' un’azienda che opera nel cuneese dal 1946 utilizzando il più possibile prodotti del loro territorio e avendo a cuore la protezione dell’ambiente.


Eugin Distilleria Indipendente 

via Trento 90

20821 Meda (MB)

 

P. IVA  10111550967